Ultima modifica: 19 gennaio 2021

POLITICA DELLA QUALITA’

Preso atto che l’autonomia dell’Istituto è condizionata dal complesso delle norme e dei vincoli finanziari, gestionali e di gestione dell’utenza, si precisa che:

  • le risorse finanziarie sono nella maggior parte assegnate dallo Stato;
  • gli edifici, gli arredi e gli accessori connessi sono di esclusiva proprietà dall’Amministrazione Provinciale;
  • il personale viene assegnato dallo Stato, con vincoli normativi, di stato giuridico e di mansionario;
  • l’utenza e le sue caratteristiche in entrata nelle classi dei vari corsi e indirizzi non sono predeterminabili dall’Istituto;

coerentemente con le finalità istituzionali e gli obiettivi didattici ed educatici definiti dalle normative vigenti, l’ITET “L. Einaudi” intende utilizzare i margini concessi dall’autonomia scolastica per istituire un Sistema di Gestione della Qualità che tenda soddisfare le esigenze, implicite ed esplicite, del proprio cliente/utente (studenti, famiglie, mondo del lavoro …) ed al continuo e progressivo miglioramento.

A tal fine la Direzione ritiene fondamentale creare un clima interno di coinvolgimento e collaborazione, che valorizzi le risorse umane e professionali di tutti gli operatori scolastici (clienti interni), sia docenti che ausiliari, tecnici ed amministrativi.

Tutte le scelte significative del PTOF sono comunicate e documentate agli studenti, alle loro famiglie e a tutto il personale attraverso la bacheca digitale consultabile attraverso il registro elettronico.

Il sito dell’Istituto rappresenta, altresì,  mezzo di comunicazione importante per veicolare  informazioni verso i clienti, sia interni che esterni sulle attività svolte dall’Istituto.

La Vision

Gli studenti che frequentano l’Istituto “L.Einaudi” chiedono implicitamente/esplicitamente un “ambiente di apprendimento”  sereno in grado di fornire una formazione tecnica e culturale adeguata alle esigenze professionali richieste dal  territorio, dalla società globalizzata e dal mondo universitario,  in armonia con le proprie personali capacità.

L’Istituto ascolta e osserva prima di progettare. Cerca di rispondere ai bisogni collettivi, ma anche a quelli individuali per lo sviluppo di ciascun studente,  secondo il proprio specifico irripetibile.
L’organizzazione è determinata in modo rigoroso ed allo stesso tempo cerca di essere flessibile sotto il profilo didattico poiché il processo di apprendimento non è un percorso lineare. Tale flessibilità comporta attenzione nella qualità della didattica e nello sviluppo delle sue strategie più innovative in continua armonia con le dinamiche educative e relazionali.

Il raggiungimento degli obiettivi si fonda anche sui legami di condivisione  non solo con il team dei docenti, ma anche con i collaboratori scolastici e con il personale della segreteria.

La Mission

In coerenza con le finalità istituzionali,  gli obiettivi generali degli indirizzi di studio e le esigenze del contesto sociale ed economico del territorio, abbiamo così identificato la mission del nostro Istituto

  • la formazione dell’uomo e del cittadino,
  • la formazione del futuro professionista.

L’Offerta Formativa dell’Istituto persegue infatti – con specificità proprie per ciascun indirizzo – il raggiungimento di obiettivi educativi legati a valori etici (quali ad es. partecipazione democratica, cittadinanza attiva, legalità, solidarietà, pari opportunità, …) e di obiettivi didattici, tali da garantire competenze funzionali ad uno sviluppo continuo di capacità relazionali, culturali, tecnico-professionali.

Entrambi i tipi di obiettivi trovano riscontro nella programmazione di classe ed impegnano i docenti sia nella coerenza educativa che nell’operatività disciplinare.

Attraverso la quotidiana attività didattica e i numerosi progetti integrativi offriamo infatti a ciascun studente la possibilità di:

  • apprendere conoscenze,
  • sviluppare abilità e competenze in ambito relazionale (soft skill), culturale e professionale,
  • acquisire capacità di pensiero critico e di assunzione di responsabilità personali e sociali in modo da garantire il successo sia a quanti proseguono gli studi all’Università sia a coloro che si inseriscono nel mondo del lavoro.

 

Obiettivi per la qualità

A livello didattico, l’ITET “L. Einaudi” intende operare nel rispetto e per l’attuazione dei seguenti principi:

  • condivisione delle decisioni fondamentali, corresponsabilità di tutte le componenti nell’attuazione del progetto formativo e mantenimento della coerenza tra le scelte contenute nel PTOF e la programmazione didattico-educativa ai vari livelli (dipartimenti disciplinari, consigli di classe, singoli docenti);
  • libertà di insegnamento intesa come capacità del singolo docente, all’interno delle scelte collegiali, di scegliere risorse e percorsi per il raggiungimento del miglior esito formativo per ciascun alunno;
  • rispetto diritto soggettivo dello studente all’apprendimento da attuare anche attraverso l’accoglienza, il sostegno-recupero, l’orientamento, l’inclusione, la prevenzione del bullismo e del cyber bullismo, …;
  • attenzione all’innovazione metodologica e tecnologica e all’ambiente di apprendimento (laboratori, …),
  • chiarezza e trasparenza delle scelte didattico-educative e della valutazione dello studente (prove e griglie di correzione comuni, …)
  • apertura al territorio e alla collaborazione inter-istituzionale; mantenimento di un costante rapporto con il mondo del lavoro e delle professioni, esperienze di tirocinio in azienda per tutti gli alunni e valorizzazione di tali esperienze.
  • ricerca di una sempre più chiara identità d’Istituto; utilizzazione dei margini concessi dall’Autonomia scolastica per adeguare il curricolo dei vari indirizzi alle nuove esigenze formative emergenti;
  • cultura della “documentazione” delle attività dell’Istituto;
  • valorizzazione del dialogo come strumento di comprensione e di costruttivi rapporti didattico-educativi e interpersonali.

 

A livello organizzativo e gestionale la Politica per la qualità è la seguente:

  • utilizzare le potenzialità degli strumenti informatici per favorire la comunicazione e l’accesso ai documenti e agli atti amministrativi da parte del personale e degli utenti,
  • favorire l’aggiornamento e la formazione del personale in campo disciplinare, metodologico e relazionale,
  • adottare l’organizzazione per processi,
  • reperire ulteriori risorse finanziarie da destinare all’innovazione metodologica e strumentale partecipando a Bandi pubblici (es. PON) e privati (es. Fondazione Cariverona),
  • mantenere alto lo standard qualitativo degli ambienti scolastici (sicurezza, confort, pulizia, arredo ecc.) aumentando e innovando la dotazione delle risorse strutturali e strumentali dell’Istituto e rispettando la sostenibilità ambientale (es. con raccolta differenziata in classe, …),
  • monitorare sistematicamente il servizio mediante la rilevazione dei dati oggettivi e del “percepito” da parte del cliente/utente interno ed esterno, relativamente:
    • al raggiungimento degli obiettivi della qualità, a partire dai processi fondamentali e strategici;
    • alla soddisfazione del cliente/utente interno ed esterno.

 

Obiettivi di qualità e pianificazione per la loro gestione

             Coerentemente con la Politica precedentemente illustrata, vengono stabiliti gli obiettivi per la qualità da raggiungere nel periodo prefissato per ciascuno di essi (normalmente l’anno scolastico). Detti obiettivi coinvolgono tutti i livelli e le funzioni dell’Istituto, e si riferiscono alle seguenti aree:

  • didattica di base
  • direzione dell’Istituto e gestione degli Organi Collegiali
  • ampliamento dell’offerta formativa, orientamento e rapporti con il mondo del lavoro
  • comunicazione interna e documentazione, gestione delle risorse, amministrazione.

Il conseguimento degli obiettivi è misurabile attraverso precisi indicatori e valori minimi da raggiungere.

Gli obiettivi e i relativi indicatori sono annualmente rivisti nell’ottica del miglioramento continuo; quelli relativi all’anno scolastico in corso sono precisati in allegato al presente manuale.

 

              Pianificazione del Sistema di gestione per la qualità

La pianificazione del SGQ garantisce la definizione e il raggiungimento degli obiettivi per la qualità e il rispetto dei requisiti del sistema stesso.

Il processo di pianificazione delle varie attività dell’Istituto prevede:

  1. A) Individuazione degli elementi in input quali:
  • esigenze dei clienti e delle altre parti interessate
  • requisiti normativi del servizio
  • risultati dei precedenti riesami del SGQ
  • informazioni sui risultati conseguiti e sulla soddisfazione dei clienti interni ed esterni
  1. B) Progettazione delle attività (servizio didattico e formative e attività di supporto gestionale ed amministrativo), intese come processi e avendo debita attenzione all’interazione tra gli
  2. C) Realizzazione delle attività, mettendo in atto i necessari monitoraggi.
  3. D) Esame degli elementi in output quali:
  • soddisfazione dei clienti
  • misura dell’efficacia dei processi e del raggiungimento degli obiettivi per la qualità
  • riesame della direzione e individuazione degli obiettivi di miglioramento, delle azioni correttive.